Le poste sono un servizio pubblico o diventeranno un affare di privati?

E’ attorno a questo tema,che investe milioni di cittadini,che è ruotato un interessante dibattito che si è tenuto di recente alla libreria Les mots a Milano

L’iniziativa ,organizzata dall’ACU, Associazione Consumatori Utenti, e presieduta da Osvaldo Pesce, ha deciso di appoggiare apertamente le ragioni dello sciopero nazionale del 3 giugno, proclamato dai sindacati della Base dei lavoratori e delle lavoratrici di Poste Italiane (Cobas Poste, Slg-Cub Poste, SI Cobas Poste, Cub Poste) .

Nel dibattito,che si può vedere per intero andando su

https://www.youtube.com/watch?v=t4B8p6UDJ1o  , si è voluto cogliere l’importanza per l’intera società del servizio postale,del diritto di sciopero come diritto universale che il grande capitale cerca di oscurare e come strumento di unità tra lavoratori e utenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *